[Vai al contenuto principale]

Il Parco Val Sanagra

Appena sopra Menaggio si trova il bellissimo parco Val Sanagra, un vasto territorio ricco di flora, fauna e antichi insediamenti rurali all’interno del quale sono tracciati numerosi percorsi. Proponiamo una piccola e facile passeggiata in famiglia percorrendo il corso del fiume Sanagra  alla scoperta della fornace Galli, un’antica fabbrica di mattoni e della Vecchia Chioderia, un’antica  fabbrica di chiodi, ora trasformata in troticultura.

Descrizione

Questa facile passeggiata, ideale per bambini, inizia nella località Piamuro (2 km dal centro di Menaggio) alle porte della frazione Loveno.

Percorso in auto fino alla località Piamuro: Da Menaggio seguire la strada in direzione di Lugano e dopo 3 tornanti prendere a destra per Loveno—Plesio. Dopo 500 m prendere a sinistra in direzione del Centro Sportivo/Villa Vigoni. Alla chiesa di Loveno prendere a sinistra e dopo 300 m si giunge alla località Piamuro dove è possibile lasciare l’automobile.

Avvicinamento con i mezzi pubblici: l’autobus (linea C13) fino a Loveno, fermata Madonna del Sasso. Imboccare Via Filzi e appena superata la grande magnolia proseguire diritto in Via Cariboni. Si entra nel bellissimo borgo e superato l’ingresso della Villa Vigoni, si giunge alla chiesa di San Lorenzo.  Si costeggia il Centro Sportivo per raggiungere al termine della ripida salita, “Piamuro”, un grande pascolo, dove ha anche inizio il “Parco Val Sanagra”. (dalla fermata del bus per raggiungere la  località Piamuro calcolate ca. 30 minuti a piedi)

Dalla località Piamuro si segue il segnavia del percorso n° 4 del Parco Val Sanagra nella direzione Mulino della Valle.  Si oltrepassa la Cappella dell’Artus (panello informativo) situata proprio sul confine che divide Grandola ed Uniti e Menaggio, e si scende  al fiume Sanagra nella località Mulino della Valle.
Non si attraversa il bellissimo ponte di antichissima costruzione,  ma si prende il sentiero che conduce alla fornace Galli, un’antica fabbrica di mattoni. La fornace è un esempio di archeologia industriale: al suo interno si trovano un forno di cottura e gli impianti necessari per la lavorazione dell’argilla tramite la forza motrice dell’acqua. La fornace era un centro produttivo notevole, e tantissimi edifici delle zone limitrofe – e anche più lontani – sfruttavano i mattoni prodotti in Val Sanagra.  L’edificio, restaurato e messo in funzione, è la sede del Parco. E’ visitabile da maggio fino alla fine di settembre ogni seconda e ultima domenica del mese. Il resto del anno ogni ultima domenica del mese.
Appena oltre si trova la Vecchia Chioderia, fino al 1820 un mulino e successivamente, tra il 1943 e il 1966, una fabbrica di chiodi, ora trasformata in troticultura e agriturismo.  Si possono osservare le vasche dove nuotano le trote e se avete portato la canna da pesca, si può chiedere di pescare la proprio trota da una delle vasche per pranzo.
Seguendo la stradina asfaltata che passa davanti alla troticultura si può raggiungere in ca. 20 minuti di cammino il paesino di Codogna dove si trova la settecentesca Villa Camozzi che ospita Il Museo Etnografico Naturalistico della Val Sanagra.

Il Museo  conserva testimonianze della storia e delle tradizioni popolari della valle. Vi sono ricreati diversi ambienti naturalistici comprese esposizioni di reperti fossili e di funghi, diorami relativi alla fauna, un’esposizione documentale della ex ferrovia Menaggio-Porlezza, una sala dedicata alla musica e numerosi attrezzi appartenenti alle civiltà contadine.

Apertura: da maggio a settembre: seconda e ultima domenica del mese
Da ottobre a aprile ultima domenica del mese
h. 10.00-12.30 e 14.00-17.30
gruppi su prenotazione
ingresso libero

INDIRIZZO:
Grandola ed Uniti frazione Codogna
Piazza Camozzi, 2

INFORMAZIONI: Tel. 0344 32115

www.museovalsanagra.it

https://ecomuseo.valsanagra.it/

 

Indicazioni stradali e parcheggio

Indicazioni stradali →

Parcheggio

Località Piamuro, accanto al cimitero nella località Loveno.

Con i mezzi pubblici

Autobus linea C13 – fermata via Filzi, la Madonna del Sasso.

Galleria